Archivio per maggio 2011

To refill..

..ricaricare: v.tr. [sogg-v-arg] Caricare qlco. un’altra volta: ad esempio, r. il fucile, r. la batteria.

Meglio. Il toner in polvere della stampante, che da giorni viene agitato con la speranza smetta di sputare fogli segnati solo da rade obreggiature.

Quando farlo? Considerando che coloro che si sono prontamente offerti volontari per adempiere al suddetto incarico, di danni ne combinano un’infinità, quale momento più adatto se non quello in cui allo studio farà incursione la Signora-sono-la-proprietaria-della-baracca-se-trovo-qualcosa-fuori-posto-vi-faccio-ripagare-anche-le-vostre-mamme?

Insomma per farla breve la ricarica toner a quattro mani è finita con me che spargevo polvere fuligginosa in ogni dove lasciando intuire la mia pessima mira. Il collega C. (e qui C. sta per Complicedeimieimisfatti) che cercava di ovviare al mio danno pulendo carponi il delicatizzimo parquet della Signora-sono-la-proprietaria-bla-bla, sperando nel frattempo che la stessa si togliesse velocemente dai cosìdetti.

Ed unico risultato ottenuto: maggiore spargimento di polveraccia nera raggrumata in cerchi concentrici per tutto il pavimento stile madonnaro di the ring e proprietaria che in corner viene distratta e sviata da una caritatevole collega che sentiti gli strani gridolini e risolini provenienti dalla mia stanza decide di salvare le nostre immeritevoli e scellerate anime.

Che dite, se ne sarà accorto il Boss che anche oggi avevamo poca voglia di lavorare?


Annunci

Meravigliosa sensazione..

..sfercciare leggera lasciandosi sfiorare dalla tiepida e piacevole aria di maggio. Libertà assoluta, nessun pensiero gli occhi socchiusi che conoscono a memoria la strada. I capelli sciolti guidati solo dal vento, il sole non è ancora troppo caldo.
Ed ancora, ascoltare solo la musica della dolce brezza, quel suono che ha il potere di calmare cullandomi l’anima.
Poi l’equilibrio si rompe quando il maledetto davanti a me decide di lavare il parabrezza della sua auto e mi spruzza controvento di sapone, acqua e lucida realtà.

Pessime abitudini # 1

Quando ti stai nutrendo, più per noia che per bisogno, una volta finito stai riponendo le stoviglie e sul tavolo vedi una minuscola ed insignificante briciolina che credi sia del pane integrale che hai fagocitato tre minuti prima, la raccogli tra il medio ed il pollice e te la porti alla bocca distrattamente trovandoti a gustare un pezzo di croccantino del gatto.
Un po’ come quando mia mamma raccolse da terra uno scorpione morto credendo fosse un pezzo di cipolla cotta ed io entrata in cucina per puro caso la sorpresi nell’attimo in cui ne stava per fare un sol boccone..
Pessima eredità.


Step by Step

maggio: 2011
L M M G V S D
« Apr   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Vostri Preferiti

DiStRaTtI ViAnDaNtI

  • 77,818 visite

Save Our Blogs

QuAnTo MaNcA aLLe VaCaNzE?

Daisypath Vacation tickers