Archivio per marzo 2008

E una in più

Oggi è certo che in cucina era meglio se non ci entravo.
Dopo avere accuratamente bruciato la carne che doveva essere il mio pranzo, avere rotto la mia scodella preferita della Richard Ginori, che se mi becca mia mamma mi spiezza in due , ho pensato bene di consolarmi con uno yogurt al cocco (buoooono lo Yogurt coi pezzetti di cocco, sbav sbav).
L’ho prelevato dal frigo e ho come al solito controllato la scadenza, perchè non si sa mai quali reperti  si possono trovare nei frigoriferi abbandonati come il mio.
La data sul coperchio segnava 16 apr. 08.
L’ho aperto e come al solito avida e golosa come sono ho voluto ripulire il coperchio di alluminio con la classica leccatina.
Immaginatevi la gioia nell’assaporare in bocca non i bianchi e dolci pezzettini di cocco bensì un non ben identificato gogonzola marcio che più marcio non si può, la mia bocca è stata invasa inondata e violentata da quel terribile sapore di rancido che assumono tutti i latticini che sono scaduti.
Dopo avere iniziato a sputacchiare, assalita dai conati di vomito e in preda al panico più totale, con la bocca spalancata incerta se buttare giù o cercare in qualche modo di liberarmi di quell’orrendo aroma, ho gettato un occhio al vasetto e mi sono accorta che vicino al candido cocco si era formata una bella crosticina verde di muffa blea!
Un orrore ancora più totale mi ha assalita; e adesso chi glielo spiega alla mamma che l’idea del caseificio non era poi così buona??

Dolcezze di primavera

Ieri, oltre ad essere il primo (piovosissimo) giorno di primavera era anche il compleanno della mia mamma e del mio Ammmmore(notare le millemimila m).
E quale occasione migliore per dimostrare loro il mio affetto se non quella di fargli una torta?!
(Sottoscrivo, mia mamma naturalmente da guasta feste quale è, non l’ha voluta quindi ne ho fatta una sola)
Torta di Primavera:
INGREDIENTI.(per la pasta frolla)
-2 uova
-160 g zucchero
-400 g farina
-un pizzico di sale
-un pizzico di bicarbonato
-160 g di burro
INGREDIENTI.(per il ripieno)
-200 g cioccolato bianco (o come si preferisce)
-100g panna da cucina
-la scorza di un limone

PREPARAZIONE DELLA PASTA FROLLA.

A secco mescolare il burro con la farina, il sale e il bicarbonato amalgamando bene il burro con la farina fino a quando non si ottiene un composto molto simile a dei trucioli di parmigiano.
Fare la fontana e mettere le due uova, lo zucchero e lavorare l’impasto con le mani vigorosamente fino a quando non di ottiene una palla (tipo pongo).

Lasciare a riposare per 30 minuti in frigorifero.

PREPARAZIONE DELL’IMPASTO.

Fare sciogliere a bagno maria il cioccolato mescolato alla panna da cucina e al limone grattugiato.
Fare raffreddare il composto.

ULTIMA FASE.

Dividere la pasta in due pezzi non di uguale grandezza. Lavorare prima quello più grande. Stendere la pasta fino ad ottenere uno spessore abbastanza fine e che sia più grande della teglia(possibilmente tonda) in cui vogliamo metterla.
Mettere nella tortiera lasciando che avanzi il bordo tutto intorno.
Versare il composto col cioccolato all’interno.
Lavorare il pezzo più piccolo, stendere in maniera fine e ricoprire come un coperchio la tortiera.
Ribaltare i bordi della base sopra al coperchio(di pastafrolla) per evitare di far uscire il composto.
Fare cuocere in forno a 180° per 25 minuti circa, quando è cotta fare freddare e tenere per due orette in frigorifero.

Buon appetito a tutti!

L’invasione dei gemelli Kaulitz

Stamattina, mentre ero ancora nella fase dello stropicciamento occhi, mezza stordita e incosciente, dopo avere messo a fuoco quello che ho avuto la sventura di sognare stanotte, stavo per prendermi un accidente.
Le immagini che mi sono passate davanti come un flash sono queste:
io vestita come una groopie, che urlo come una matta dagli spalti.
Sono evidentemente ad un concerto, attorno a me centinaia e centinaia di altre invasate saltanti che mi spingono e si sporgono non curanti delle persone che stanno calpestando mentre compiono il loro bizzarro teatrino.
Non so con chi sono lì ma sono felice, anzi ora che ci penso, disperata, e poi di nuovo felice, non riesco a stare ferma, sono incontrollabile come attraversata da continue scosse elettriche.
In mano tengo qualcosa di colorato e pieno di K e lo sventolo fiera.
Vedo intorno a me il delirio di quella massa di ragazzette incontrollabili, ma stranamente mi sento del tutto a mio agio in mezzo a loro.
Fino a quel momento è come se fossi stata avvolta in una bolla di sapone, i suoni non mi arrivano chiari, anche il palco mi sembra sfuocato.
Ma ecco che ad un tratto realizzo quello che tutte quante stanno urlando:
“BIIIIIIIIIIILLLLLLL,BIIIIIIIIIIIIIILLLLL!!!!!!”
Non capisco, ma vedo che la me nel sogno le imita e forse le supera anche:
“BIIIIIIIIIIIIIIIILLLLLL!!!Uaaaau Billllllll!!!”
Non appena guardo il cartello che tengo nella mano, tutto mi è finalmente chiaro!!
Questo è palesemente un incubo!!
Sono una Karampana patita dei Tokio Hotel e sto berciando a squacia gola che li amo da impazzire.
Non solo, nel momento in cui sbuca la inconsueta testolina del mio beniamino, comincio anche io a sporgermi, nel disperato tentativo di acciuffarlo.
Tutte mi imitano alcune urlano(non so se di dolore o d’eccitazione), anche io urlo e poi piango disperata quando credo che lui abbia incrociato il mio sguardo.

E’ inaudito una intera notte sprecata a fare la cretina al concerto di quattro tizi che mi fanno ribrezzo.
Eccosi spiegato il mal di testa che ho da tutto il giorno!

Mi mancan le parole…

..sì da qualche giorno nel mio blog c’è calma piatta..niente più ricerche come prima di belle topolone mammamiaquantosonoboneee e altre stupidate del genere!!
Approfitterò quindi delle vecchie paroline che ho raccolto fino ad oggi per dedicarmi a questo post scarabeo, e chissà magari si aprirà una nuova era di googoleggiatori educati che su internet cliccheranno solo parole normali…
SPERO PROPRIO DI NO, nel frattempo vi lascio in compagnia di qualche strano vocabolo, o come al solito frase sconnessa, che ho avuto il piacere di leggere grazie a questa fantasmagorica opzione di WordPress che mette a nudo tutti voi.

parole “la cicciotta”, mi vedi ingrassata?Forse ho mangiato un po’ troppe mele;se ti dico adolescente cosa mi dici,..mumble mumble demente forse?;adolescente seno cadente, scusa era questa la risposta;come fare ad essere incinta,con quali modi si può rimanere incinta? comincia con l’ imparare a scrivere per esempio, poi puoi imparare a fare altro;nicchia doccia, esci subito da lì svergognatooooo!!!;bella topolona mamma, oh ciao Edipo, pensavo fossi morto da un po’;foto che coniugi a letto…, devi smettere di sbirciare nelle case degli altri, fatti una vita tua!!una vergine può rimanere incinta, chiedi ad una certa Maria(non alla De Filippi sciocco!);è’ arrivata la primavera, grazie dell’avvertimento, senza di te non avrei saputo come fare;tutti i modi per rimanere incinte, io ne conosco solo uno, al massimo due;ma il pene si allunga diventando piu grandi, aspetta e spera, forse se sei un burattino di legno hai qualche speranza..prova a dire una bugia;amore mestruazioni, famoso remake di pane amore e fantasia;rustin rivista, hai provato dal giornalaio?cartone animato rustin,ma cosa è una imprecazione..fammi provare porco rustin!nicchia nella camera da letto,smettetela subito di spiarmiii!!;nicchia dietro letto,se si deve nascondere dai guardoni come te dove vuoi che si rifugi Nicchia?!;uscendo da un parcheggio ho avuto un incidente, grazie dell’info;ti lascio sola bella topolona, deciditi!;canzione “non ti lascio sola bella topolona,pure la versione spagnola noo!sono belle tutte le mama del mondo,parole de sono belle tutte le mama del mundo,la proporremo come nuovo inno nazionale Brazilegnu;zona giorno con nicchie,quante nicchie conosci scusa?;le fanciulle vergine che fanno porno,senza parole;carciofi rose filo coca-cola bagno nudi, qualcuno ha capito cosa diamine sta cercando quest’uomo?;coca cola per non restare incinta, questo sarà aggiunto tra i mille e uno usi della cocacola;suonerie di nicchia,semplicemente driiin;come si fa coltello a mana,a mana non lo so, a mano posso chiedere allo chef Tony;scuola per diventare coltellinai,Come scusa??!!;ricette scarabei,no dai non si mangiano mica quelli!;se un ragazzo si bacia con la lingua, i casi sono due, o ha la lingua biforcuta oppure ti ha mentito,in ogni caso vi dovete di sicuro sposare!arte di nicchia, grande arte!;come togliere le ganasce alle macchine,non lo so ma quando lo scopri fammi sapere;2 canne al giorno,tolgono il medico di torno;quanti magazzinieri nei supermercati,troppi!;cani al cinema film vecchie, cos’è un’ammucchiata?;suonerie di bombardamenti,nostalgico del Vietnam?pene depilato adolescenti,posa quella lametta!!;pene si rimpicciolisce,te l’avevo detto che non gli faceva bene;dove deve cadere lo sperma per restare incinta,..in un orecchio naturalmente(blea);sperma attraversare pigiama,lo chiamavano Supersperm!;poco sperma recupero dopo rapporto,perchè lo vuoi recuperare?posso fare l’amore con tampax,AIUTO!!apparechio acustico, te lo sconsiglio, certe cose meglio non sentirle proprio!!

Perle di mamma

Lo so che sto diventando monotematica, ma cosa ci posso fare se con la Primavera mia mamma mi regala una perla dopo l’altra.
Quando è distratta, è quasi simpatica!!

“Mamma, guarda c’hai la bottega aperta!!” (per bottega, non so da voi ma qua in Toscana intendiamo la cerniera dei pantaloni).
Lei si gira e scocciata, continuando a lavare i piatti mi risponde:
“Ci sarà anche il bar aperto!!”

Ammetto che c’ho messo un po’ per realizzare che non stava scherzando..

A tutto tondo

C’è chi parla come Venividiwc dell’Onorevole Mele, e chi invece come me, che di mele conosce solo il frutto.
La mela; oserei dire il frutto più famoso in assoluto.
Partendo dal principio, di mele famose(oltre alle chiappe delle attrici) ce ne sono a bizzeffe.
Possiamo ricordare la mela di Adamo ed Eva, la mela, il così detto “pomo della discordia” che fece iniziare la guerra di Troia, la mela di Guglielmo Tell, la mela che permise a Newton di scoprire la forza di gravità, la mela di Biancaneve e così via.
Mi è capitato spesso di soffermarmi ad osservare gli svariati modi con cui le persone sono solite mangiare questo immancabile frutto.
A me personalmente, nonostante mia madre dica che la buccia è piena di veleno, la mela piace a morsi, tutta intera.
Deve essere anche bella acerba, o comunque sufficientemente dura da croccare( non spappolosa e farinosa per capirsi).
C’è chi poi se la mangia a spicchietti sezionandola prima in quattro e poi togliendo la buccia, oppure a piacere, togliendo prima la buccia e poi facendola a spicchi.
C’è chi ama sbucciarla tutta intera facendo un lunghissimo serpentone, o chi invece toglie piccole parti di buccia via via.
Uno dei modi più strambi con cui ho visto mangiare una mela ad una ragazza è di dividerela in quattro spicchi e poi togliere la buccia ad ogni spicchio lasciando un margine di polpa, mangiare prima gli spicchi senza buccia e poi le mezze lune con la buccia.
In Alto Adige ho visto un mio amico, togliere prima il torsolo con un apposito arnese che lascia nella mela integra un cunicolo, infilarvi il dito dentro e mangiarsela così girando tutto intorno al buchetto.
Fatto sta che se il proverbio dice:”Una mela al giorno toglie il medico di torno”, secondo me un motivo ci dovrà pur essere!

                                           mela_rossa.jpg

Buondì

Ho poco tempo per scrivere perchè devo scappare, ma sono felice e voglio condividere questo momento con tutti quanti voi.
Oggi finalmente c’è il sole che batte sulla mia testa, e si sa col sole il mondo sembra più bello, io in particolare poi, sono una metereopatica di prima categoria e con il cielo plumbeo, l’unica cosa che posso fare è rimanere sotto le coperte.
Non è il caso di questa magnifica giornata.
Ma voglio strafare!
So che morirò di caldo fuori in bici quindi voglio sostuire il golf di lana con quello di cotone; non immaginate la mia gioia nell’aprire quel cassetto contenente le magliette leggere, tutti quei capi che da soli vogliono dire caldo, sole, primavera e che sono stati sepolti, dimenticati per interi mesi, sostituiti da pesanti e scomodi golf invernali.
Ma oggi no, oggi potete uscire e prendere aria cari golfucci leggerucci miei da oggi non sarete dimenticati!!!
Che altro dire; speriamo solo che duri!!!
Buona giornata a tutti voi!!


Step by Step

marzo: 2008
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Vostri Preferiti

DiStRaTtI ViAnDaNtI

  • 77,604 visite

Save Our Blogs

QuAnTo MaNcA aLLe VaCaNzE?

Daisypath Vacation tickers