Eppure…

….prima o poi qualcuno lo deve pur spiegare a mia mamma che quando le hanno venduto la batteria di pentole, non intendevano incitarla a suonarle come fossero veri e propri strumenti musicali, producendo fracassi e scassi a tutte le ore del giorno e della notte!

                                                                 batteria.jpg

Annunci

9 Responses to “Eppure…”


  1. 1 venividiwc febbraio 12, 2008 alle 9:48 pm

    Ma tua mamma cucina a tutte le ore??? No, perchè può interessare… 🙂 Saprei dove andare se mi venisse voglia di uno spuntino notturno!

  2. 2 il cappellaio matto febbraio 13, 2008 alle 8:47 am

    c’è solo una soluzione: LA FUGA
    da quando (anni orsono) sono uscita dalla porta di casa ho trovato un mondo nel quale gli spignattamenti e le rotture di c… non esistono più…
    abbi fede prima o poi toccherà anche a te… allora, quando tornerai a trovarla sarai contenta che abbia spignattato…

  3. 3 nicchia febbraio 13, 2008 alle 11:06 am

    @venividiwc:Se mia mamma cucinasse quanto sbatte le pentole, probabilmente non passerei dalle porte!!
    P.s.Se decidi di fare una capatina per lo spuntino di mezzanotte avverti che ci organizziamo:-)
    @cappellaio matto:In effetti la Fuga come soluzione è considerabile, a quel punto però il problema sarebbe il rientro!
    Mi aspetterebbe d’innanzi all’uscio armata di matterello!:)

  4. 4 il cappellaio matto febbraio 13, 2008 alle 12:04 pm

    ehm… si… io son “fuggita” con la consapevolezza che non avrei più dovuto rientrare…
    🙂
    se non come ospite per pranzo ogni tanto!!!

  5. 5 venividiwc febbraio 13, 2008 alle 1:31 pm

    No, dai, non mi sembra educato autoinvitarmi da te… Aspetto un tuo invito!!! 🙂

  6. 6 nicchia febbraio 13, 2008 alle 6:03 pm

    @tutti:dal momento che una è fuggita di casa, l’altro non sa come stuzzicarsi l’appetito, quando passate dalle parti di Firenze, ricordatevi che vi devo un invito a cena.:)

  7. 7 venividiwc febbraio 13, 2008 alle 6:23 pm

    Cavolo, non sono mai stato a Firenze, ma ci farei volentieri un giro… Se passo di là, accetterò di sicuro l’invito! 🙂

  8. 8 Sbabba febbraio 14, 2008 alle 1:43 pm

    in piemontese, quando qualcuno dà di matto si dice una cosa del tipo “batt’cuerce” ovvero ” batte i coperchi”.. per cui,se ti può consolare, probabilmente le problematiche di tua madre hanno una grande tradizione alle spalle

  9. 9 nicchia febbraio 14, 2008 alle 2:04 pm

    Non avevo dubbi che da brava prof. quale è non avesse trovato il modo di mettere un pizzico di cultura anche nella sua follia 😛


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Step by Step

febbraio: 2008
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829  

DiStRaTtI ViAnDaNtI

  • 77,995 visite

Save Our Blogs

QuAnTo MaNcA aLLe VaCaNzE?

Daisypath Vacation tickers


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: